sei un mito!

Ho fatto un salto indietro nel tempo. 
Non l'ho fatto di mia volontà, è che mi hanno posto una domanda, e all'improvviso ho ricordato tutto…

Prego immaginatemi mentre guardo in su, rovescio gli occhi e assumo quella particolarissima espressione di chi viaggia nel tempo 

Una delle cose che mi angosciava parechio scuole medie e che è proseguita alle superiori era il test attitudinale.
Ma non la parte della cultura generale, e nemmeno la parte logico astratta.
Le ultime due risposte (ma a volte erano le prime due) erano secondo gli educatori quelle che servivano a conoscerti di più.
Ve le ricordate?
No?
Eccole:

  1. Chi è il tuo mito?
  2. Perché?

 
Queste domande mi gettavano nel panico più totale. 1 perché non avevo un mito e 2 perché non sapevo spiegare il perché.
 
Conoscevo però i Miti greci. Peccato che non fosse quella la domanda.
Se mi avessero chiesto “qual è il tuo Mito preferito” avrei saputo rispondere esaustivamente.
Ancora mi ricordo i pomeriggi d’estate passati a leggere i libri di letteratura greca (libri di quando mia madre faceva le superiori) ero affascinata dal ratto di Persefone, l’amore per Dafne, la collera di Athena, la gelosia di Hera.
 
Ma non divaghiamo.
Affrontavo le mie bestie una alla volta.
Domanda: Chi è il tuo mito?
Libera..mente pensiero: no, ancora? Ma non avevo già risposto l'anno scorso?
[fugaci sguardi a destra e sinistra. Tutti stanno scrivendo. Maledetti!]
Dato che non ho un mito mi tocca inventarmelo…
vediamo vediamo… un attore? naaa, che figura ci faccio con i professori?
ummm, un cantante, naa come sopra.
Allora ecco… un personaggio famoso però famoso "giusto", vediamo vediamo…
Ghandi? emmm poi mi prendono in giro perchè sono secchiona.
Allora Malcom X, proprio la settimana scorsa la prof. ce ne ha parlato… ehh, ma è possibile che non c'è un mito in Italia?
[ovviamente non conoscevo nessun nome politico italiano.

Sentivo mio padre parlare di berlusconi e craxi… vai a sapere perchè!] 

il Papa …buuuu, altro che secchiona.. se quelli mi fanno lo scherzo e ci fanno leggere ad alta voce le risposta torno a casa tutta ammaccata.
Cavolacci… perchè non mi viene in mente nessuno.

[Fugace sguardo al test della compagna accanto.
Omiodddio.
Cioè.
Raul Bova è il suo mito. Non ci posso credere.
Ma mito di che? Ma davvero si ispira a Raul Bova?
Quindi la mattina si rade quei baffi con la lametta che usa il bel Raul?]

Vabbè. facciamo che rispondo prima alla seconda domanda, così mi sarà più facile mentre spiego il perchè farmi venire in mente il nome.
Ebbene. Perchè X è il mio mito.

Libera..mente pensiero: ma sicuramente perchè ha contribuito con la sua vita, a migliorare la nostra. Perchè ha speso tutte le sue energie per una causa in cui credeva. Magari ha perso la vita per quello in cui credeva, ahhh ecco rivelazione… posso nominare spocchiosamente quelli che hanno vinto un Nobel per la pace.
pensa libera..mente pensa…
l'hanno detto sicuramente al tiggì, -ohhh trovato- non il piccolo buddha ma quell'altro come si chiama… sì il Dalai Lama.
E torniamo al punto di partenza. Mi gioco la merendina che tutte le mie amichette hanno scritto di attori e cantanti, i maschi di calciatori e piloti..
Io non posso uscirmene con il Dalai Lama.

Non sarebbe giusto nei loro confronti (e non dimentichiamoci che tornerei a casa tutta ammaccata…)
vabbè, scriviamo la verità.

1) Chi è il tuo mito?
Libera..mente risposta sul test:
"Io non ho un mito. Ci sono però tante persone che ammiro e rispetto. 
Persone che durante la loro vita hanno anteposto il bene collettivo ai propri sogni.
Da adulta spero di diventare se non proprio come loro, almeno la metà di loro"

2) Perchè?
Libera..mente risposta sul test:
Credo che se usassi tutte le mie risorse per diventare come un'altra persona so già che fallirei il mio obiettivo. Preferisco essere ispirata da quello che ammiro piuttosto che diventare una copia conforme o una brutta copia di qualcun altro.

Et voilà.. conque righe in tutto per uscire dall'imbarazzo.
Nessun nome, nessun ambito… ognuno pensava quello che voleva.
Poi mi sono fatta furba e ho imparato questo ritornello… e lo ripetevo tutte le volte che mi facevano questa domanda….
uhhh poi in terza media, tutti i test per scegliere la scuola superiore…. avrò risposto a quelle domande millemila volte..

Dicevo? Ah sì.
Che senza volerlo ho fatto un salto indietro nel tempo.

Eh, dovete sapere che mi sono trovata in mezzo alla più classica delle discussioni* da bar, e ogni due e tre parole un RagazzoCresciuto se ne usciva con "mitico!"
Deve essermi venuta l'orticaria e il RagazzoCresciuto deve essersene accorto perchè prima mi ha guardato storto e poi mi ha chiesto:
"einvece?iltuomitochiè?" 

*belle le mie curiosone… dovete sapere che al giorno d'oggi sono tutti mitici. Sportivi, non sportivi, anche essere con una bellafiga-sulla-gazzetta-dello- sport oggi ti conferisce l'onore dell'aggettivo MITICO!
Credo che smetterò di andare al bar!

Annunci

14 pensieri su “sei un mito!

  1. lunatica2903 ha detto:

    Ma com'è che a me questa domanda non l hanno mai posta e tu invece l hai affrontata ripetutamente?
    Va beh, forse è stato meglio così che pure io me ne sarei fatta di retropensieri…
    Beh devo dire che tu sei stata scaltra…hai dimostrato cervello…"cioè sei stata proprio mitica sorella!"

    Ma il mito del ragazzocresciuto chi era? uno sportivo da q.i di una scimmia con la bella figa (l hai detto prima tu) vicino a dargli un tono?

  2. mammasprint ha detto:

    Ammazza quanto eri contorta!!
    Ma quanto ci hai ragionato su per rispondere? A tuo discapito devo dire però che dimostravi già allora di essere una ragazza intelligente e non comune.
    Io a quella domanda risposi: il mio papà…..

  3. libera..mente ha detto:

    Lunatica… si, c'era un  tipo non meglio identificato con la belloccia (bellafiga) di turno… oh… ma com'è che sono tutti MITICI??

    Mamma, lasciare due domande in biaco sul test attitudinale era un suicidio.. ci sono delle domande.. e diamogli delle risposte.
    Poi ovviamente avrei vinto un sacco di merendine.
    Però davvero… anche adesso a trentaepassa anni io un mito non ce l'ho!

    un bacio a tutte! 

  4. PuffolaPigmea ha detto:

    Mai fatto un test attitudinale come quello che dici tu! Azz mi sa che sono un bel po più “grande” di te.
    Transeat. Cmq se avessero fatto a me quella domanda, sarei andata anche io parecchio in crisi. La tua soluzione è assolutamente geniale.

  5. cincer ha detto:

    Mai dovuto affrontare nè test attidudinali, nè domande simili…

    Comunque direi che te la sei cavata egregiamente! Mi sembrano una di quelle domande da "miss italia"… quelle che dovrebbero dimostrare quanto intelligenti sono le miss…

  6. LadySmith ha detto:

    a me non hanno mai posto questa domanda… ma tu hai risposto davvero alla grande secondo me… quindi, sei un po' mitica pure tu e non perchè hai una bellafiga di fianco :°D

  7. libera..mente ha detto:

    e no!
    Adesso dovete dirmi dove avete studiato… che Polpettino lo voglio iscrivere lì!
    A noi (sorpattutto in III media) ci facevano fare questi test con tanto di psicologa presente in aula…

    Ragazze, siete voi che siete INSOSTITUIBILI!

    un abbraccio a tutte voi 

  8. LadySmith ha detto:

    Beh, noi non avevamo test psicoattitudinali alle medie ma in compenso c'erano professori che ti demotivavano in una maniera esagerata. Pensa che avevo un professore di italiano che nonostante avessi la sufficienza in quasi tutte le materie mi consigliò di fare una scuola a termine corto-medio (vedi professionale, parrucchiera ecc) perchè, a detta sua, non sarei riuscita ad affrontare percorsi lunghi.
    Non solo mi sono diplomata in ragioneria corso programmatori (pur essendo una frana in matematica) con un voto superiore alla sufficienza, ma non sono mai stata bocciata un solo anno!!! E son certa che se avessi fatto una scuola ad indirizzo umanistico (quindi, per il prof in questione, più difficile) sarei andata ancora meglio perchè le materie umanistiche mi son sempre piaciute di più!!!

    Mah.

    I prof. certe volte san proprio come rovinarti la vita.

  9. cincer ha detto:

    Da noi non hanno mai fatto test simili… ricordo ci fecero fare un tema su quale professione avremmo voluto fare "da grandi" e quindi conseguentemente anche che tipo di studi.

    Da noi non c'erano psicologi in classe… però io sono più vecchia di te e magari nel frattempo le hanno messe…

    Alla fine della terza media i professori indirizzavano gli studenti verso quei corsi di studi che secondo loro potevano affrontare meglio, un po' come per LadySmith mi pare di capire. Io ero uscita dalle medie con Buono… studiando poco o niente devo dire, e mi consigliarono un corso breve, tipo Olivetti (segretaria d'azienda) o simili. I miei però mi fecero fare liceo scentifico e mi bocciarono due anni di fila… non mi piaceva e non studiavo. Poi ho fatto un corso di segretaria d'azienda a livello regionale e mi sono innamorata della ragioneria: partita doppia a go-go… (so che qui molte non mi capiranno… anzi mi prenderanno per marziana), ma fu merito di un'insegnante bravissima, di quelle che ti fanno amare la materia a prescindere. Era un'insegnante di un istituto privato secondario rispetto alle scuole statali, ma non ho più trovato un'insegnante così brava, motivata e con voglia di fare…. Ho deciso così di provare a recuperare il tempo perduto facendo due anni in uno per la prima-seconda e terza-quarta ragineria. L'ultimo anno alle serali alla scuola statale e mi sono diplomata con 60/60… giusto per dimostrare a chi diceva il contrario, che non ero stupida…ma solo svogliata!

  10. bimbamc ha detto:

    eh li ho fatti anch'io certi test ed anch'io mi scervellavo per rispondere poi, capita l'antifona, baravo per non innescare le solite domande 

  11. barbara1971 ha detto:

    Non ho mai fatto un test attitudinale in vita mia! Forse prima non si facevano erano i professori a dire ai genitori quale era la scuola migliore per noi in base all'andamento scolastico!
    Neanche io ho dei miti e non li ho mai avuti! Forse non sono normale!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...