Guardaroba perfetto – fase 1

Oggi ho dedicato tutto il giorno alla sistemazione degli armadi.
Tranne quelli del marito, che sono lo scoglio più semplice.

Ho iniziato dalle cassettiere piccole dei bambini. Ho fatto i mucchi di magliette a manica corta/lunga/felpe/sport/pantaloni lunghi

Poi ho preso uno ad uno ciò che c’era.
Ho buttato via quello che era bucato, liso, macchiato indelebilmente e brutto.
Un po’ andranno al Centro Aiuto alla Vita e un po’ finiranno nel bidone dell’indifferenziata.
Da quattro cassetti piccoli e sei grandi ho selezionato e compattato tutto in 4 cassetti grandi.

Il figlio grande mi chiede cosa ci facciamo adesso con tutti i cassetti vuoti 🙂

Poi ho attaccato i vestiti in stallo. E qui la storia è stata più difficile. Ho comunque buttato quello che davvero non mi piace e i vestiti che sono troppo tanto abbondanti e che potrebbe indossare a quarant’anni.
Ho compattato tutto e non escludo di eliminare ancora qualcosa appena faremo il cambio di stagione.

Infine ho attaccato il mio armadio.
Ho gettato via tutto quello che si è macchiato indelebilmente (cemento, silicone, smalto per esterni) durante i lavori. Via. Aria.

Ho riempito due sacchi neri.
Il Marito li ha già portati in auto e domani saranno davvero fuori casa.

Abbiamo ancora tanta, troppa roba ma la strada per il minimal è tracciata davanti ai miei piedi.

vestiti

Oggi non ho trovato quello che ho perduto.